facebook
youtube
vimeo
pinterest
instagram
The M. Point

marzo 2014

ISRAELE - Nazareth e Tiberiade - giorno 1

     Ciao a tutti,

Oggi inizio a raccontarvi del pellegrinaggio in Israele, organizzato dalla parrocchia di Martina, a mio parere il miglior modo per visitare la Terra Santa.

Siamo atterrati a Tel Aviv venerdì in tarda serata, aeroporto bellissimo e monumentale, e ci siamo spostati a Nazareth, città di prevalenza araba; la prima cosa che noto sono i cartelli stradali in tre lingue, l’ebraico, l’arabo e l’inglese, ossia quelle parlate nello stato. Esse si scrivono e si leggono entrambe da destra verso sinistra; inoltre le città sono anche chiamate arabe, se hanno prevalenza di arabi, ebraiche e miste.

Sabato ci siamo svegliati presto in direzione dei santuari di Tiberiade, vicini all’omonimo lago, studiato tante volte in latino. La prima tappa è stato la salita al Monte della Beatitudini, dal quale si gode una bellissima vista sul lago, e il giardino del santuario è molto suggestivo e ben curato. Dopo ci siamo recati nel luogo, secondo cui nella Bibbia, sia avvenuta la moltiplicazione dei pani e dei pesci, e il Primato di San Pietro, dove abbiamo partecipato ad una messa indetta dal nostro Don Domenico, per vivere al pieno il luogo.

Prima di pranzo, abbiamo ancora visto il sito di Cafarnao, con la sinagoga e i resti della casa di Pietro, sopra alla quale un architetto italiano ha progettato una struttura centrale per godere al meglio dei resti monumentali. Sono stati scoperti i resti delle case del villaggio, delle quali si vedono le pietre di base.

Per pranzo abbiamo mangiato in un ristorante vicino al lago: il menu prevedeva antipasti vari (verdure, verdure e solo verdure di ogni tipo molto speziate) e un piatto a base di pesce (un San Pietro, pesce che avevo già assaggiato in un ristorante milanese); inoltre ho finalmente ritrovato le bananine disidratate e i datteri, oltre alla buonissima frutta secca. Alla sera ho scoperto che gli antipasti sono sempre gli stessi (e così il giorno dopo). Li ho assistito ad una scena particolare: un trattore che andava nell’acqua per recuperare una barca.

Nel pomeriggio abbiamo preso un battello in direzione Tiberiade; a bordo abbiamo ballato, cantato e goduto del luogo in cui eravamo. Tiberiade è una piccola cittadina di lago, che assomiglia ad una città marittima,  dalla quale partono le escursioni verso i luoghi della Bibbia.

Per quanto riguarda gli edifici, la maggior parte delle abitazioni sono incomplete, spesso con i ferri che escono ancora dai pilasti in cemento, le facciate non rivestite e i tetti non del tutto coperti. Gli edifici sacri sono tenuti molto bene e rispecchiano il rispetto nei confronti della religione; al contrario, anche gli stabili contenenti marchi internazionali sono terminati.

DSC0001.JPG

Ti ringraziamo per aver letto il nostro post.

Mi raccomando. Seguici su:


facebook
youtube
vimeo
pinterest
instagram

Martina & Matteo

Amanti dell'avventura. Viaggiare è scoprire una nuova cultura, un nuovo modo di vivere, una nuova cucina e delle persone meravigliose.

Di giorno lavoriamo, di notte sogniamo.


Il nostro hashtag: #TRAVELLING_is_life

14502714_1238530702876878_5241323339603667039_n

POST CORRELATI

1476045367442.JPG1476045409806.JPG1476045459155.jpg

THE M. POINT


Se vi va, registratevi alla nostra NEWSLETTER

(tranquilli, niente spam :D)


© 2017 The M. Point. All rights reserved.

Create a website